Fumagalli Ortofrutta: "Ripartiamo dalla consegna al privato"

Specializzati nelle consegne in Lombardia al canale "horeca", quindi principalmente hotel, ristorazione e catering, sono stati i primi a rivolgersi a CDO Brianza riportando il segnale di allarme di un fatturato in decrescita dei due terzi. Oggi hanno trovato una soluzione per tamponare con grande creatività e sperano di poter tenere ed evolversi. In questa breve intervista abbiamo sentito Erika Fumagalli che dice: "l'aiuto ce lo aspettiamo dalla Regione Lombardia".

Signora Fumagalli, come sta andando e come siete stati cambiati da questa emergenza?

Con un servizio che punta su alta qualità e sul grande assortimento di varietà - al tuo chef serve l'aglio nero? noi puntualmente te lo consegniamo in breve tempo -, siamo in continua crescita dal 2010 con un incremento costante del +5 +6 annuo, e con grandi investimenti in corso e 80 dipendenti impegnati. Insomma siamo in crescita o meglio li siamo stati fino a pochi giorni fa, perché da quando è partita questa emergenza abbiamo fatto subìto un -60% per poi arrivare al -90% stabile.

E quindi?

Quindi dato che per mentalità "brianzola" al lavoro ci teniamo, in due giorni abbiamo virato al canale privato, abbiamo creato un e-commerce e prendiamo ordini da privati, poi consegniamo a casa.

Come avete fatto in due giorni a creare un e-commerce? Ma soprattutto come avete fatto a organizzarvi con i mezzi?
Abbiamo chiamato i tecnici al venerdì, tra sabato e domenica abbiamo creato il sito e-commerce e caricato tutte le referenze. Siamo stati guidati e assistiti da persone competenti. Per i mezzi eravamo a posto, i nostri sono camion di grandezza media, come quelli di Esselunga, perché facevamo già 500 consegne al giorno a hotel e ristoranti, abbiamo solo riconvertito l’utilizzo e cambiato il cliente destinatario.

E come sta andando?
Bene. Gli ordini stanno andando alla grande, ma è chiaro che gli ordini da privati non potranno mai rimpiazzare gli ordini di un importante hotel o di un grande ristorante. Tutto questo insomma genera molto meno del fatturato precedente ma è sempre meglio che star fermi.

Quali zone servite e con quali prezzi?

Serviamo Besana Brianza, Carate Brianza, Triuggio, Briosco, con consegna gratuita; mentre con 5 euro serviamo tutta la provincia di Monza e Brianza, Lecco, Como, Milano

E il personale? Come lo gestite e com’è il clima tra i dipendenti?
Normalmente lavorano su tre turni h24 fin dai tempi dell’Expo, ora sono in ferie a rotazione e, visto che si intravede un problema a breve, certamente sono spaventati ma lo sono dalla crisi più che dal virus perché per quanto riguarda il virus lavoriamo in ambienti ampi, areati e sicuri. Hanno capito che con questi metodo respiriamo fino a metà aprile

Cosa pensa del provvedimento?
Andava fatto forse prima per poterne vedere prima gli effetti.

Cosa vi aspettate dall’Europa?
L’Europa? Tutto quello che ci aspettiamo è dalla Regione Lombardia e sappiamo che ci sono vicini.

Le norme fiscali? Cosa pensa degli interventi di sospensione?
Diciamo che è positivo posticipare gli F24, ma diciamo anche che io dovrò pagarli l’anno prossimo e il buco ci sarà comunque, non basta sospendere occorre eliminare l'imposta relativa a un periodo in cui l’introito è mancato.

Il vostro nuovo modello resisterà?
Mah, diciamo che un ragazzo ci ha chiamato perché, non potendo proprio uscire, ha saputo dal passaparola che consegniamo; non aveva niente a casa, non solo per la frutta e la verdura. Così abbiamo iniziato partendo da lui a inserire anche alimentari non nostri e ora continuiamo, soprattutto su carni e salumi, grazie a un’ottima aziende vicina di Briosco.


Paolo Grisorio